Torna indietro

Musica & Letteratura. Curiosità e aneddoti

Scopri quello che ancora non sapevi dall'intreccio di questi due mondi.

La musica ci insegna ad ascoltare. Il nostro cervello si attiva attraverso le note e l’ascolto agisce sul cuore, facendoci capire le cose che non riusciamo a dirci.

Secondo Virginia Woolf, la musica della sala da ballo è capace di far dimenticare secoli di civiltà:

è una strana passione che ci porta follemente in giro per la stanza, finalmente ignari di tutto. Secondo la grande scrittrice inglese, è qualcosa di magico.

Andiamo alla ricerca di quei momenti in cui musica e letteratura si incontrano e si fondono insieme, tra curiosità e aneddoti e canzoni nascoste nei libri.

1. Una lettera

“Dal giorno in cui ho ascoltato la vostra musica, continuo a dirmi senza sosta, soprattutto nelle ore tristi: potessi almeno sentire stasera un po’ di Wagner”. Così si rivolge il grande poeta Charles Baudelaire all’esimio compositore, in una lettera che scrive a 38 anni per ringraziarlo. È una testimonianza toccante del potere della musica e un esempio di sincera riconoscenza.

L’infuso giusto è Cannella e Cardamomo, un’esperienza sensoriale di puro piacere.

2. Un negozio di dischi

Championship Vinyl: nome del negozio di dischi in cui lavora Rob Fleming, protagonista di Alta Fedeltà, forse il libro più musicale della storia scritto da Nick Hornby. Rob è frustrato perché Laura l’ha lasciato. Per consolarsi, insieme a Dick e a Barry, crea classifiche di ogni tipo. Sono le loro Top Five. Una è sulle “sparizioni più importanti”, l’altra è intitolata i “singoli preferiti”, e ancora i migliori pezzi di Elvis Costello. La tua Top Five qual è?

L’infuso giusto è Zenzero e Cocco, dal sapore intrigante che riscalda i sensi.

3. Fuochi d’artificio

Sulla strada, il capolavoro di Jack Kerouac, è stato citato come fonte d’ispirazione da moltissimi musicisti: da Bob Dylan a Jim Morrison. Il tastierista dei Doors ha addirittura detto che se Sulla strada non fosse mai stato scritto anche la sua band non sarebbe mai esistita. Ma questo libro immenso continua a ispirare: la canzone di Katy Perry Firework parla proprio dello spirito nomade dello scrittore beat, giramondo che si circondava di poeti e vagabondi, persone frizzanti e piene di vita.

L’infuso giusto è Arancia e Peperoncino, dal sapore originale che risveglia il palato.

4. Un coniglio bianco

Un gruppo rock psichedelico come i Jefferson Airplane non poteva che ispirarsi ad Alice nel Paese delle Meraviglie per un pezzo corrosivo e strepitoso intitolato White Rabbit. È una delle migliori canzoni di sempre secondo Rolling Stone e cita tutti i personaggi bizzarri della storia di Lewis Carroll. Ci sono il Bianconiglio, ovviamente, il Bruco, il Cavaliere Bianco, la Regina Rossa e il Ghiro, e ovviamente Alice.

L’infuso giusto è Cacao e Menta, dal gusto seducente che conquista.

5. La band

Esiste un gruppo musicale formato da soli scrittori, i Rock-Bottom Remainders, e “remainders” ricorda l’espressione inglese usata per indicare le copie dei libri rimaste invendute. Ma da chi è composta questa pazza band di autori? Per esempio, ci suona il grande Stephen King, maestro dell’horror e papà del più crudele pagliaccio mai esistito dentro un libro. Ma non solo, con lui ci sono Scott Turow e Matt Groening, il creatore dei Simpson!

L’infuso giusto è Rooibos e Vaniglia, dal gusto caratteristico e avvolgente.


Musica & Letteratura. Curiosità e aneddoti - Bonomelli
articoli correlati