Torna indietro

Estate fa rima con massaggio

Approfitta della vacanza per completare la remise en forme

Una spiaggia al tramonto, una musica evocativa in sottofondo... esiste uno scenario migliore per un massaggio? Sarebbe un vero peccato non approfittare del periodo di vacanza per completare il proprio percorso di remise en forme, fisico e mentale, concedendosi qualche momento tutto per sé, magari nella Spa di una bella località di villeggiatura. Se eseguito da mani esperte, un massaggio è in grado di combattere qualche piccolo acciacco e di procurare sensazioni di benessere uniche, coinvolgendo tutto il corpo: il sistema nervoso, muscolare, respiratorio, scheletrico, ormonale, digestivo, circolatorio. Gli esperti consigliano di bere sempre una tisana prima della seduta di massaggio, per stimolare la diuresi e il drenaggio dei liquidi. Betulla e ortica, per esempio, sono piante note per aiutare a ridurre i liquidi in eccesso trattenuti nei tessuti dell’organismo. Meliloto, rusco, centella, rosa canina sono in grado di favorire la naturale funzionalità del microcircolo e contrastare ritenzione idrica e fragilità capillare, l’ideale per aiutare le gambe a ritrovare un piacevole senso di leggerezza. Anche al termine della seduta è importante bere, magari una tisana rilassante, per riequilibrare i liquidi e i sali minerali e proseguire il processo distensivo iniziato durante il trattamento. Una tisana con valeriana, dalle riconosciute proprietà calmanti, potrebbe essere la giusta scelta.

Ecco alcune tra le tipologie di massaggio più apprezzate.


Ayurvedico

Eseguito con profumati oli essenziali, che penetrano lentamente attraverso la pelle e possiedono effetti benefici, il massaggio ayurvedico favorisce il completo rilassamento, il miglioramento delle funzioni degli organi interni, la disintossicazione dell’organismo, ma anche la flessibilità muscolare e delle articolazioni. Secondo l’antica filosofia indiana gli oli essenziali servono proprio per riequilibrare le componenti fisiche ed energetiche dell’individuo e questa antica pratica, in generale, cura la persona nel modo più naturale possibile. Proprio per questo ha conquistato schiere di fan.


Shiatsu

Il massaggio shiatsu trae le sue origini dall’antica medicina cinese e dal taoismo in particolare. Il termine shiatsu significa “pressione delle dita” e normalmente questo tipo di massaggio è eseguito esercitando quella dei pollici sulle varie parti del corpo. Nella pratica più diffusa sono usati anche palmo e dorso della mano, avambracci, gomiti, ginocchia, piedi. Le pressioni avvengono in punti specifici del corpo, lungo i meridiani (i canali energetici), per stimolare l’energia vitale già presente nel nostro organismo: il malessere o la malattia nascono infatti quando questa energia vitale è bloccata.


Thai

Se non amate il contatto fisico diretto con l’operatore, il massaggio tradizionale thailandese, il Thai, è la tipologia giusta per voi. Infatti, si esegue a terra, generalmente su un materassino posto sul pavimento, senza togliere i vestiti e senza creme o oli. Il massaggiatore usa diverse parti del suo corpo e sfrutta la tecnica della digitopressione, regalando a chi lo riceve maggior vitalità, forza ed energia.


Con le pietre

Protagoniste assolute di questa tecnica, praticata da secoli, sono le pietre laviche di basalto, utilizzate insieme agli oli essenziali per tonificare il corpo e infondere energia. Il calore delle pietre, nello specifico, favorisce la penetrazione in profondità dell’olio. E anche durante la stagione estiva, è davvero piacevole. Le pietre, riscaldate o raffreddate, vengono applicate su specifici punti del corpo e usate attivamente per eseguire il massaggio. L’alternarsi di caldo e freddo riattiva la circolazione, tonifica la muscolatura e scioglie le contratture, contribuendo a riequilibrare i Chakra, i centri energetici del corpo.


Rilassante

È forse il più diffuso, certamente tra i più richiesti. E non è difficile intuirne il motivo. Un massaggio rilassante è quello che ci vuole per alleviare stress e fatica, ma anche per alleggerire quelle fastidiose tensioni che si accumulano in punti strategici del nostro corpo, come collo e spalle. Dopo un massaggio rilassante la circolazione sanguigna migliora, ci si sente più leggeri, fisicamente e mentalmente. Il corpo è più sciolto e sembra proprio di avere a disposizione una maggiore energia!


Sportivo

È considerato parte integrante dell’allenamento di chi pratica sport con costanza, dalla corsa al ciclismo passando per tennis e calcio. Questa tipologia di massaggio privilegia le gambe e i piedi, che negli sportivi sono generalmente le parti più stressate e usurate e richiedono quindi maggiori cure per allentare e prevenire le tensioni muscolari. Inutile sottolineare che chiunque può trarre benefici da un massaggio sportivo...

Qual è la vostra tipologia di massaggio preferita?

articoli correlati