Torna indietro

5 consigli utili per favorire il buon sonno dei bambini

Il sonno dei bambini è molto importante, ecco 5 consigli per aiutarli a fare sonni tranquilli e sereni!

Il sonno è alla base della crescita dei bambini ed è importante per il loro corretto sviluppo psico-fisico. Un cattivo riposo notturno, infatti, può essere dannoso alla loro salute, ostacolando la loro vitalità, non permettendo alla loro mente di essere brillante, portando un generale stato di apatia. Ecco alcuni consigli utili da mettere in pratica per aiutare i più piccoli a trascorrere una notte serena e caratterizzata da un sonno buono e profondo.


Una bella notte di sonno ristoratore, circa almeno 7 o 8 ore di seguito, è un vero e proprio toccasana per la nostra salute. Dormire bene, infatti, giova alla nostra vitalità, aiuta la mente a essere più lucida e il corpo a lavorare meglio. Se queste considerazioni valgono per tutti, in generale, per i bambini da zero a dodici anni si rivelano imprescindibili. Partiamo dal primo punto importante: il sonno è alla base della crescita dei bambini ed è fondamentale per il loro sviluppo psico-fisico. I più piccoli hanno la necessità di dormire più a lungo degli adulti: il sonno, infatti, li pone nelle migliori condizioni di apprendimento ed è fondamentale per mantenere in salute il loro cervello. Studi scientifici rivelano che questo organo, durante il sonno, effettua una sorta di “reset”, eliminando i “file” non ritenuti necessari e drenando le sostanze neurotossiche prodotte durante la giornata. Nello stesso tempo, però, indagini scientifiche mettono in evidenza che il problema dell’insonnia sta contagiando sempre più italiani, bambini compresi. Sono in particolare le cattive abitudini , oltre ai problemi clinici del sonno, a compromettere la qualità del loro riposo. Ecco quindi alcuni semplici consigli da mettere in pratica che possono aiutare i bambini a trascorrere una notte serena. 


1 Orari regolari

Premesso che ogni bambino ha le proprie personalissime esigenze e abitudini in termini di sonno, mettere a letto il proprio bambino sempre alla stessa ora ogni sera, preferibilmente entro le ore 21.30, è la prima regola da seguire per andare incontro a un sonno davvero ristoratore. Importante che impari da subito a dormire nel proprio letto, sviluppando quell’autonomia che gli consenta di riaddormentarsi da solo anche se si dovesse svegliare durante la notte.


2 Creare il rito della sera

I medici consigliano di creare un rito della sera, ovvero una serie di azioni da ripetere ogni sera al momento di andare a dormire, cominciando con il lavarsi i denti e indossare il pigiama. Il rito è da scegliere a seconda dell’età del bimbo: se è piccolo, utile optare per dei giochini tranquilli, la lettura di una favola o una ninna nanna in cameretta. Questi piccoli gesti servono per abituarlo a riconoscere che quello è il momento in cui bisogna davvero “andare a dormire”. Se invece è più grande, potreste semplicemente accompagnarlo in cameretta e quando è a letto parlare con lui di quello che di bello o di brutto lo ha colpito nel corso della giornata, per chiuderla definitivamente e pensare al nuovo giorno in arrivo. Per grandi e piccini, consigliabile preparare una bevanda calda come la Camomilla Filtrofiore Bonomelli, composta da tutta la sommità del fiore essiccato, da sorseggiare lentamente tutti insieme prima di andare a dormire, per un perfetto “rito della sera”.


3 Una cameretta confortevole

Può sembrare scontato ma per far dormire bene i bambini la loro cameretta deve essere invitante per la nanna. Innanzitutto, deve essere fresca, sia in termini di temperatura che di “qualità” dell’aria. Oltre a spalancare le finestre tutte le mattine, provate a tenere aperta la finestra della cameretta anche per qualche minuto prima di far andare a dormire il bambino. Inoltre, la temperatura della stanza da letto non deve essere molto alta e mai sopra i 19 gradi. È importante far dormire il bambino in un letto pulito: cerchiamo quindi di cambiare abbastanza spesso le lenzuola. E facciamo il possibile per mantenere la stanza ordinata: anche questo aiuta il sonno.


4 No ai giochi elettronici, sì ai libri

Forse questo è il punto più importante per il sonno dei bambini: tutti i dispositivi elettronici (televisore, smartphone, tablet, computer, giochi elettronici…) dovrebbero rimanere rigorosamente fuori dalla stanza da letto. Inoltre, un’eccessiva esposizione a stimolazioni luminose artificiali, soprattutto nelle ore serali, ostacola il buon sonno dei più piccoli. I dispositivi tecnologici a luce blu sono veri e propri nemici del riposo: l’ultima sbirciata ai social o alle chat con gli amici o l’ultima partita ai videogame potrebbero davvero condizionare la qualità del sonno. Ecco perché limitare il loro uso prima della nanna è un’altra regola importantissima pro-riposo. Il consiglio? Abituarli fin da piccoli a leggere un libro prima di addormentarsi, un’abitudine utile per agevolare il relax notturno.


5 Attenzione a cibi e bevande

Prima del riposo è bene evitare che i bambini assumano sostanze eccitanti come thé e caffeina. Attenzione quindi alle bibite gasate e agli energy drink ma anche alla cioccolata, che non andrebbe consumata di sera, soprattutto quella fondente: essendo più ricca di cacao, potrebbe disturbare il sistema nervoso e accelerare il battito cardiaco. Inoltre, è preferibile evitare junk food, alimenti grassi o molto speziati, che inibiscono il riposo per via del loro effetto stimolante a livello cerebrale. Altri cibi nemici del sonno? I prodotti affumicati, il formaggio pecorino, i dolci elaborati e ricchi di creme, la carne di manzo.

5 consigli utili per favorire il buon sonno dei bambini - Bonomelli
articoli correlati