Torna indietro

5 alimenti che ci aiutano a dormire meglio

Ci avete mai fatto caso? Anche il cibo influisce sulla qualità del nostro riposo notturno e sulla capacità di addormentarsi. Vediamo insieme quali sono i cibi da portare in tavola per far pace con il sonno...

Ormai viene ribadito da più fronti: dormire bene fa bene alla nostra salute, aiuta la vitalità, permette alla nostra mente di essere più lucida e al nostro organismo di funzionare meglio. Recenti ricerche scientifiche, tuttavia, mettono in evidenza che il problema dell’insonnia sta interessando sempre più italiani. Purtroppo non sempre si riesce a trovare una causa precisa da combattere per aiutare il nostro riposo notturno: i fattori sono davvero tantissimi. Tuttavia, uno degli aspetti più facilmente affrontabili per provare a risposare nel migliore dei modi coinvolge la nostra alimentazione. Per esempio, il caffè è un vero e proprio nemico del sonno così come l’alcool. Per fortuna, però, possiamo contare su alcuni cibi che sono un vero e proprio toccasana per la qualità del nostro sonno e che è utile portare in tavola per provare a riposare meglio e trascorrere una notte il più possibile serena e realmente ristoratrice. Ricordiamoci poi che di sera è preferibile consumare un pasto leggero e, se possibile, non a tarda ora: finire di cenare entro le ore 21 sarebbe l’ideale. Dopo cena, prima di coricarsi, è sempre una buona idea rilassarsi con una tisana calda che sfrutti le piante amiche del sonno, come la valeriana, la passiflora e il biancospino (tutte contenute nella Rilassante Bonomelli) senza dimenticare la camomilla, uno dei rimedi più diffusi per favorire un buon riposo. Un ultimo consiglio: per dolcificare, usate un cucchiaino di miele, un altro alimento alleato del sonno e del relax. 


I cereali integrali

I carboidrati complessi contenuti nei cereali come riso, avena, pasta, orzo, farro, soprattutto se integrali, sono un alimento ideale da consumare per contrastare l’insonnia. Questi cereali, contengono triptofano, un aminoacido che favorisce la sintesi della serotonina, il neurotrasmettitore cerebrale che favorisce il rilassamento, e innalza i livelli di melatonina, l’ormone che aiuta a garantire il corretto rapporto tra sonno e veglia. I cereali integrali, oltretutto, contengono magnesio che contribuisce alla normale funzione muscolare e al suo rilassamento.. L’ideale sarebbe consumare i cereali integrali in associazione con i legumi (in particolare piselli, lenticchie, fagioli, ceci).


Il radicchio rosso

Forse non tutti sanno che il radicchio rosso è un vero alleato del sonno. Oltre a contenere sali minerali e vitamine, il radicchio fa parte della famiglia delle cicorie. Queste specie botaniche, favoriscono la funzione digestiva, hanno un’azione benefica sul fegato e un’attività positiva nell’equilibrare la flora intestinale. Se mangiato la sera, facilita il riposo grazie alle sue proprietà rilassanti del sistema nervoso. Per godere di tutte queste sue virtù, però, è bene consumarlo crudo, condito semplicemente con un giro di olio extra vergine di oliva e, se vi piace, con qualche goccia di succo di limone.


I mandarini

Gli agrumi sono un concentrato di benessere. I mandarini, in particolare, aiutano ad aumentare le difese del corpo, contribuiscono al benessere mentale e al rilassamento favorendo quindi una buona qualità del sonno. . Una spremuta di mandarini bevuta poco prima di dormire, e immediatamente dopo averla preparata, può essere un buon rimedio pro sonno, a patto però che non soffriate di acidità di stomaco.


I porri

Secondo la tradizione popolare, il porro è noto da secoli per le sue proprietà antinfiammatorie delle vie respiratorie. Inoltre è particolarmente consigliato come alimento che favorisce il sonno e in grado di smorzare gli effetti negativi derivanti dello stress, grande responsabile della cattiva qualità del nostro riposo. Pensate che persino Plinio era solito affermare che il porro “preso in una crema d’orzo, oppure mangiato crudo senza pane, un giorno sì ed uno no, giova anche alla voce, al piacere sessuale ed al sonno”.


Il pesce

Per riposare bene la nostra digestione non deve essere affaticata da alimenti pesanti e grassi. Il pesce, da questo punto di vista, è perfetto. In più, come ben sappiamo, contiene Omega3, in particolare il salmone e il pesce azzurro. Uno studio ha messo in evidenza che proprio l’Omega3, un acido grasso essenziale molto importante per il nostro organismo, è in grado di influire sui livelli di melatonina. Tra il pesce azzurro, l’acciuga (o alice) è uno dei più amati: gustosa e saporita, si utilizza in mille modi ed è apprezzata, oltre che per la sua bontà, anche per una relativa economicità e proprio per il suo alto valore nutrizionale.


La zucca

È buona, fa bene e aiuta anche il sonno. Stiamo parlando della zucca, regina del nostro orto e alimento che contiene vitamine, sali minerali e altre preziose sostanze. Tradizionalmente, la zucca sarebbe in grado di contrastare persino l’ansia e la stanchezza mentale, favorendo così il sonno e il relax. Gran parte del merito va alla del triptofano, amminoacido a cui sono attribuite facoltà “soporifere”. Ricordiamo che anche i semi di zucca sono una buona fonte di magnesio e di zinco: aggiungerli all’insalata rappresenta un ottimo modo per portare in tavola cibi pro sonno, soprattutto se sfruttiamo lattuga, spinaci freschi, songino e cavolo riccio, tutte verdure amiche del riposo.



5 alimenti che ci aiutano a dormire meglio - Bonomelli
articoli correlati